Nocheese-cake ai frutti rossi - Take me to church

/
0 Comments

"Era arrivato il momento del dolce o sarebbe meglio dire i dolci, perché Giò, seguendo un impulso ed una creatività che non sapeva d'avere, si era cimentato non solo nel clafoutis in un'inedita versione light con latte e panna di cocco, ma aveva preparato anche una cheesecake senza formaggio, perché era intollerante ai latticini. Aveva usato frutta fresca e noci di macadamia, come faceva la sua Cate per la sua festa di compleanno. “E' tutto delizioso” disse Nina servendosi un'altra porzione di dolce “Al di là di ogni più rosea aspettativa. Hai un dono caro Giò e fossi in te non lo trascurerei” Ripensandoci, solo ora Giò si rendeva conto anche di quanto preziose fossero state le ore passate a dare una mano a sua sorella in cucina. Probabilmente l'estro tra i fornelli era un dono di famiglia. Di quante cose non si era reso conto fino ad allora, concentrato com'era sul lavoro e sulla carriera..."

Se volete leggere il resto del racconto cliccate su Take me to church


Nocheese-cake ai frutti rossi




Eccoci arrrivati al dolce del nostro menù ciliegioso!!! In questo caso non ho usato solo le ciliegie, ma anche altri frutti rossi come fragole e lamponi, con l'aggiunta di una manciata di mirtilli. Come ormai saprete mio marito è a dieta o meglio sta seguendo un regime alimentare povero di grassi ed adatto al suo fisico ed al suo stile di vita. In realtà i dolci sarebbero tutti banditi (io impazzierei) però ho cercato di fare una versione della cheesecake che potesse mangiare anche lui senza troppi rimorsi. Quindi visto che per lui il nemico numero uno è il formaggio (io amo i formaggi... quelli francesi poi....) ho pensato di provare questa versione veg della classica cheesecake senza cottura. E' ancora da perfezionare, ma sia lui, sia le mie amiche tester hanno detto che era molto buona così vi scrivo qui sotto la ricetta, che ribadisco non è ancora quella perfetta e definitiva, anzi perché non mi date una mano anche voi ad arrivare alla quadratura finale? Aiutatemi a trovare la ricetta perfetta della nocheese-cake sarà divertente ;)))


Ingredienti 
(per una tortiera da 16 ed una da 9)

130 gr di noci di Macadamia
una dozzina di noci pecan
4 fichi secchi grandi e morbidi
un cucchiaio di burro di cocco
Cocco tritato
latte di cocco qb
cocco rapè qb
un cucchiaio e mezzo di sciroppo d'agave
4 fragole
1 manciata di mirtilli
1 dozzina di lamponi
1 dozzina di ciliegie
1 cucchiaio di miele


La cosa più importante è ricordarsi la sera precedente di mettere a bagno nell'acqua le noci di Macadamia. Lasciarle in ammollo tutta la notte, poi, prima di preparare la nostra torta scoliamole ed asciughiamole con la carta assorbente. Per la base, fatta senza biscotti e senza burro, lasciare in ammollo per una ventina di minuti i fichi secchi, Se volete aromatizzarla un po' di più  potete metterli in ammollo con un po' di cherry o moscato o vin santo o quel che più vi piace. Io comunque preferisco l'acqua. Prendete i fichi scolateli asciugateli e tritateli insieme alle noci pecan al burro di cocco ed allo sciroppo d'agave. Se il composto ottenuto non vi soddisfa ancora in quanto a consistenza aggiungete un po' di cocco rapè (grattuggiato). Foderate la vostra tortiera a cerniera con la pellicola e coprite la base con carta da forno. Stendere il composto sul fondo e livellare bene con una spatola oppure un cucchiaino e mettere in freezer mentre preparate la crema. Pulite ed asciugate il frullatore, prendere poi le noci di Macadamia e frullarle insieme alla polpa di cocco tritata ed il miele aggiungere poi latte di cocco qb fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se vi sembrerà troppo liquida aggiungete cocco rapè, se al contrario fosse troppo densa aggiungete un goccio di latte di cocco. A questo punto aggiungere la frutta (lavata ed asciugata). Ora, se volete un dolce a strati, con colori diversi, dovete dividere la crema in più parti e frullarla con un po' di frutta rossa, e poi con un po' di frutta rossa e mirtilli e magari tenerne una parte solo bianca, così avrete tre strati. Se invece volete evitarvi tutto questo sbattone di lava ed asciuga il frullatore :) mettete tutta la frutta insieme alla crema e frullatela fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, ma non troppo liquido, Io consiglio sempre di aggiungere la frutta un po' alla volta per rendersi conto meglio del risutlato. A questo punto assaggiate e se vi sembra ancora poco dolce aggiungete ancora un po' di sciroppo d'agave. Disponete la crema sulla base, livellate con una spatola e mettete in freezer per almeno due ore, più tempo ci sta meglio è. Prima di servirla toglierla dal freezer per tempo. Prima di estrarla dalla tortiera aspettare una decina di minuti. A questo punto guarnite a vostro piacimento con la frutta che avete a disposizione, come potete vedere dalle foto io mi sono sbizzarrita con tre diverse versioni, solo ciliegie, frutti di bosco e ciliegie e fragole e frutti di bosco. Insomma spazio alla fantasia l'ingrediente più importanante per una cucina creativa!!! E qui i vostri piccoli aiutanti vi potranno dare un grosso aiuto! :)))
Abbiamo finito cosa ne dite del risultato? A me sembra buono come primo esperimento non pensate? Aspetto i vostri commenti che per me sono tanto preziosi!
Siete curiose di sapere come finirà il racconto Take me to church, cosa ne sarà di Giò e Nina. A brevissimo l'ultima puntata con una nuova ricetta ciliegiosissima!!!
Buon appetito, buona lettura e buon ascolto!!!



Se cucinando o leggendo volete ascoltare la canzone che da il titolo al racconto cliccate su Take me to church - Hozier






Potrebbero interessarti

Nessun commento:

Powered by Blogger.