Pasta al profumo di casa - Feeling Good

/
0 Comments

"... I Florio, di origini siciliane, erano presenti in America da tre generazioni... Sua madre li aveva tirati su da sola, lavorando come un mulo, dalla mattina alla sera mentre Leo si occupava dei fratelli più piccoli. Frankie era diverso dagli altri che si azzuffavano per qualsiasi cosa e giocavano in mezzo alla strada a calcio e guardia e ladri. Lui era felice solo quando poteva raccontare delle storie. Era un grande osservatore, poteva stare ore in silenzio ad guardare quello che facevano gli altri, a quel che gli accadeva intorno. Joseph, Al e Vinnie lo prendevano in giro, lo chiamavano 'mammoletta'. Gli unici ad incoraggiarlo erano Leo e sua madre. Era stata lei a pagargli gli studi, a leggere commossa il suo primo racconto, i temi a scuola, i suoi primi articoli. La ricordava ancora seduta in cucina ad asciugarsi gli occhi con il grembiule mentre teneva i suoi quaderni in mano ed il profumo del soffritto di aglio, melanzane e zucchine per condire la pasta si diffondeva in tutta la casa. “Tu scrivi con il cuore Franckie. Non smettere mai di farlo. E diventerai lo scrittore migliore del mondo” gli diceva scompigliandogli i capelli..."

Se volete leggere tutto il racconto cliccate su Feeling Good



Pasta al profumo di casa



Eccomi alle prese con uno dei miei cavalli di battaglia! Una delle prime ricette che ho caricato sul blog quando non era ancora pubblico! Un piatto a cui sono molto affezionata e che in casa mia è un classico. L'anno scorso in Provenza l'ho cucinata per una famiglia di nuovi amici che abbiamo conosciuto in vacanza e mi ricorda una serata piacevolissima trascorsa con loro. Ma sono tanti i ricordi legati a questa pasta, facilissima da fare e gustosa come poche. Un piatto mediterraneo, sano e nutriente. Buonissimo sia caldo che freddo. Io l'adoro e spero che sarà la stessa cosa per voi e che, come nel mio caso, il suo profumo possa evocare bellissimi ricordi! Allora bando alle ciance e prepariamo insieme gli ingredienti! 


Ingredienti
(per due persone)

180 grammi di pasta corta
2 melanzane con pochi semi
3-4 zucchine (dipende dalla grandezza)
Ps io ho provato a farla con un mix di zucchine verdi e gialle ed è venuta divinamente buona
aglio q.b
olio evo
una manciata di pinoli tostati
20 pomodorini datterini
sale q.b
erba cipollina o prezzemolo


Eccoci siete pronte? :) Allora prima di tutto un'ora prima della preparazione della pasta lavare e tagliare le melanzane a fette rotonde dello spessore di un cm circa, salarle e lasciarle scolare in un piatto. Trascorso il tempo necessario strizzarle e tagliarle a piccoli cubetti. Lavare e tagliare a cubetti anche le zucchine. Farle soffriggere in padella con l'aglio imbiondito nell'olio e cuocere finché non diventano dorate e croccanti, verso la fine aggiungere i pomodorini, lavati tagliati a rondelle e privati dei semini. Salare a piacere. A parte tostare i pinoli. Cuocere la pasta (io uso le mezze penne), scolarla ben al dente, un po' prima del termine della cottura, poi buttarla in padella insieme al condimento e farla saltare due -tre minuti. Servire guarnendo i piatti con i pinoli tostati ed un po' di prezzemolo (oppure erba cipollina) tritato. Voilà in poche semplici mosse il vostro piatto di pasta al profumo di casa è pronto! Non è una meraviglia? E che gusto! Da fare assolutamente il bis!



Allora cosa ne dite di questo piatto estivo saporito e colorato? Ottimo per una cena oppure un pranzo all'aperto con gli amici. Lo preparerete in men che non si dica e farete un figurone! Ai nostri amici francesi è piaciuta tantissimo! C'è da dire che con la verdura meravigliosa e superfresca che avevamo comprato sul mercato provenzale di Carpentras il risultato era garantito!!! Ma anche qui, girando tra i banchi del mercato, possiamo trovare verdura fresca e buona! Anche se devo dire che il mercato di Carpentras è una meraviglia! Quest'anno, se riesco, voglio provare il mercato di Uzés!  Voi cosa ne dite? In Italia che mercati frequentate? Aspetto i vostri consigli! :)
 

Se cucinando o leggendo il racconto volete ascoltare la canzone che da il titolo alla storia e quelle citate nel testo cliccate su:


Potrebbero interessarti

Nessun commento:

Powered by Blogger.