Colomba light senza burro, BUONA PASQUA - Joy to the world

/
4 Comments


"...Aveva infornato anche due colombe, "quella grande sono io, quella piccola sei tu ninin" gli aveva detto arruffandogli i capelli lunghi e ribelli che gli ricadevano in onde castane sulla fronte. 
Lui era rimasto incantato ad osservarla mentre preparava il fondente e lo mischiava con polveri ed essenze per preparare la glassa che avrebbe riempito i marzapani, i suoi dolci preferiti..."
Se volete leggere il resto del racconto cliccate su Joy to the world




La colomba non colomba light



Buongiorno sognatrici... ques'anno per me è stato un anno di grandi cambiamenti. Primo tra tutti il trasferimento a Parigi, città che amo, città ferita dopo gli attentati di novembre, ma città che reagisce e cerca di sconfiggere l'odio con l'amore. Sono stata indaffaratissima qui, un po' con il corso di francese (ho un'insegnante favolosa) un po' con la spesa e la cura della casa, un po' con tutti gli aspetti burocratici che ci sono all'inizio, ma ora, piano piano sto entrando a regime e questa città meravigliosa, me la sento cucita addosso. Ho chiesto se qui esiste un dolce tradizionale per Pasqua, ma oltre alle uova, non fanno altro. Avrei voluto sperimentare un nuovo tipo di colomba, magari al cioccolato :) ma non ho avuto tempo, allora vi lascio la ricetta che ho provato l'anno scorso e che a casa mia ha riscosso un enorme successo. E' una colomba light ideata perché mio marito era a dieta. Non c'è il burro, solo olio, cosa ne pensate? E' buonissima ve lo assicuro e spero che volando sulle vostre tavole possa lasciarvi un messaggio di pace. Vi abbraccio tutte! 



Ingredienti per una colomba da tre quarti
(io ne ho fatto una da mezzo chilo ed una da due etti circa)

Per la colomba

400 gr di farina per ogni cosa #mulinomarino
70 ml olio evo 
3 uova
due pugnetti di gocce di cioccolato ( o anche di più a piacere) 
quattro cucchiaini o più di acqua di fiori d'arancio
Una bustina di lievito per dolci
Un terzo di bicchiere d'acqua (poco più di 40 gr)
un vasetto di yogurt o magro o al cocco
(io uso quelli della #fattoriascaldasole)
1 cucchiaino di vaniglia bourbon del Madagascar (o vanillina)

Per la guarnizione

Una dozzina di mandorle tra pelate e non 
mompariglia o zuccherini
mix di zucchero di canna grezzo e cannella



Procediamo! Allora versate lo zucchero e le uova in un contenitore (o se l'avete nell'impastatrice) ed iniziate ad impastare a velocità moderata, aggiungete, mano a mano,  yogurt, farina, olio, acqua di fiori d'arancio, acqua e vaniglia. Infine le gocce di cioccolato spolverate di farina e la bustina di lievito. Quando avrete un impasto omogeneo versatelo negli stampi fino a riempirli per tre quarti, decorare con le mandorle, la mompariglia ed il mix di zucchero di canna e cannella ed infornate (in forno preriscaldato) a 160° per una cinquantina di minuti, dopo metà cottura controllate affinché non scurisca troppo, in questo caso continuare la cottura con un foglio di alluminio sopra le colombe. A me non sono scurite comunque e non ne ho avuto bisogno, ma si sa ogni forno è a se. 
Soddisfatti del risutlato, è light, ma abbastanza goloso? Io per renderlo un po' più goloso, ho aggiunto una spolverata di zucchero a velo. Volevo aggiungere anche del cioccolato all'85° fuso a bagnomaria, ma non ho fatto in tempo.



Ancora tanti tanti tanti auguri di buona Pasqua a tutti e come sempre buon appetito e buona lettura con le favole di Impastastorie, in questo caso con la favola Joy to the world


Se volete ascoltare la canzone che da il titolo alla favola cliccate su Joy to the world -Three dog night 


Potrebbero interessarti

4 commenti:

  1. Buona, una sorta di torta nello stampo da colomba ... ottima idea. Goditi la tua bella Parigi tesoro. Io intanto ti mando i miei auguri per una serena Pasqua a te e alla tua famiglia. Un bacio

    RispondiElimina
  2. Carine queste colombine allo yogurt! Chissà che profumo e sofficità :) Buona Pasqua :)

    RispondiElimina
  3. Ottima, e se è senza burro ancora meglio!! Non fa mai male stare un po' più leggeri...
    Che bella Parigi... un'ottima scelta!

    RispondiElimina
  4. Se cerchi la qualità devi guardare nella giusta direzione. Prova il pesto rosso. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2NDk4Mzc1OSwwMTAwMDA0MixwZXN0by1yb3Nzby0xODBnLmh0bWwsMjAxNjA3MDEsb2s=

    RispondiElimina

Powered by Blogger.