#Hosceltodiesseronesta e mostrarvi il lato bello della vita...

/
4 Comments


"... Jim ha otto anni, un carattere ribelle ed una cascata di riccioli scuri che fanno sembrare la sua testa un nido di cicogne. La sua pelle é color del caramello e come se non bastasse, a renderlo un emarginato nel piccolo paese puritano dov'é approdato, ha un occhio nero ed uno blu. Vive in una casetta colorata inerpicata su una collina. Sua madre, Ruth l'ha dipinta con le scene delle favole per bambini che scrive, il che contribuisce ad alimentare i pettegolezzi degli abitanti di Quietville, nello stato del Wisconsin. Il villaggio conta pochi abitanti. Tra artigiani, contadini e negozianti si conoscono tutti e quando Ruth e' arrivata, con le sue gonne lunghe svolazzanti ed i capelli rossi come il peperoncino a bordo di una macchina scassata con uno strano bimbo al seguito, l'accoglienza non é stata delle più calorose... Se gli abitanti di Quietville fossero onesti con se stessi ammetterebbero che a spaventarli non sono i vestiti, i capelli o gli occhi di Ruth e di suo figlio, ma la loro straordinaria bellezza..."  (Impastastorie, dal racconto "Bambino io, bambino tu")




#Hosceltodiesseronesta e mostrarvi il lato bello della vita...




Per giudicare un uomo bisogna almeno conoscere il segreto del suo pensiero, delle sue sventure, delle sue emozioni 
(Honoré de Balzac)

Mie care sognatrici, prima di tutto volevo ringraziarvi a cuore aperto per l'affetto e l'appoggio immenso che ho ricevuto dopo la pubblicazione del post "Ho scelto di essere social-onesta, ma paga?" Lo sapevo che siamo tante a seguire un percorso onesto. Tante piccole lumachine che si portano dietro un bagaglio importante ed una coscienza pulita, il che al giorno d'oggi, non é cosa da poco. 

In quest'epoca del "voglio tutto e subito" dove basta ingannare per conquistare un (piccolo) posto nel mondo, in molti si sentono liberi di barare... "tanto lo fanno tutti"... "tanto chi se ne accorge" Invece no. Perché se tutti iniziamo a pensare in questo modo, l'onestà va a farsi friggere e poco importa se il fine, senza l'inganno, ci sembra irragiungibile, il mezzo é troppo importante per la nostra moralità per un'etica che fa rispettata e non calpestata. 

Per lo meno io la penso cosi' e vedere di non esser la sola, ma ritrovarmi circondata da tante persone come me, non solo mi rincuora, ma mi da la forza per andare avanti a spalle dritte e testa alta per dimostrare che essere onesti paga... anche di più. 

Grazie quindi a chi si é unito alla mia battaglia ed a chi continua ad usage gli hashtag #hosceltodiessereonesta e #retedelleoneste



Questo post pero', come avrete intuito dal titolo, vuole parlarvi di un altro aspetto che é emerso dopo  la pubblicazione  del precedente (quello sull'onestà) che la maggior parte di voi ha compreso, ma che qualcuno (piu' di uno) ha frainteso.

La mia non voleva essere una lamentela perché non cresco, ma un'accusa verso chi cresce in modo disonesto.

Una volta superata questa incomprensione vorrei chiarire un'altra questione.

Tra chi ha frainteso lo scopo del post c'é stato anche chi mi ha accusato di non crescere perché ho un profilo troppo patinato, perché mostro solo cose belle ed una sfilza di miei selfie (che poi selfie non sono perché uso il cavalletto, ma anche se lo fossero che problema c'é? ;) )

Devo dire che per un attimo sono rimasta interdetta e mi sono chiesta, perché mi metto sempre in discussione, se queste "accuse" potessero avere un fondamento di verità.





Se giudichi le persone, non avrai tempo per amarle.

(Madre Teresa di Calcutta)




Ecco cosa ho concluso alla fine di un'attenta e lunga riflessione:

E' vero nelle mie foto mostro sempre cose belle... ma lo faccio perché mi piacciono! Mi fa stare bene e star bene con se stessi penso sia importantissimo ed irrinunciabile. E poi a chi piace vedere cose brutte?

Nei mie autoritratti sono sempre truccata e presentabile... é chiaro che quando mi alzo elle 7 del mattino non sono proprio cosi', ma tenersi bene (nei limite del possibile) é un'altra delle cose che mi fa stare meglio... Perché dovrei rinunciarvi?

Vi mostro solo luoghi incantati di Parigi? Verissimo, ma ho avuto la fortuna di poter vivere in un sogno ad occhi aperti per un po' ... Perché non dovrei condividerlo con voi?



Non possiamo mai giudicare le vite degli altri, perché ogni persona conosce solo il suo dolore e le sue rinunce. Una cosa è sentire di essere sul giusto cammino, ma un’altra è pensare che il tuo sia l’unico cammino.
(Paulo Coelho)


Il mio angolo di paradiso, Paris

Vi dico questo col cuore di una ragazzina nata e cresciuta in periferia in un quartiere popolare che per i primi 20 anni della sua vita si é affacciata da un balconcino, diversissimo da quello parigino,  dove l'unico panorama erano le ciminiere dello stabilimento siderurgico... cosi vicine a casa che se ti mettevi a prendere il sole sul poggiolo diventavi si nera... ma di fuliggine.

Non rinnego la mia infanzia fatta di tante cose belle... la libertà d giocare in mezzo ad una strada... la famiglia, gli amici, il mercato in via Minghetti ed i giardinetti di fronte a casa...  pensate che mi piacevano anche le ciminiere ;)... ma se ora mi trovo in un posto da favola, perché non farvela vivere attraverso i miei occhi?

Quando ero piu' giovane e non potevo permettermi di viaggiare, se non leggendo libri su libri, mi sarebbe piaciuto che qualcuno mi portasse con se, anche attraverso qualche immagine, per scoprire il mondo.




È molto più difficile giudicare se stessi che giudicare gli altri.

(Antoine de Saint-Exupéry)



Il mio cuore


Poi é chiaro che anche a Parigi ci sono i sobborghi e le banlieue...

Che anche casa mia la maggior parte del tempo é un disastro, con giocattoli e roba ovunque...

Che la mattina e la sera senza trucco sembro la brutta copia di Maga Mago'...  

Ma la vita di per se ci butta addosso tante cose brutte senza lasciarci la possibilità di schivarle, quindi che male c'é a volerne mostrare il lato bello, che ci fa star bene, che ci fa sognare, che ci strappa un sorriso?



Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre.
(Ian Maclaren)


Io e mio marito il nostro lato bello della vita ce lo siamo gudagnato ed é forse per questo che sono felice ed orgogliosa di mostrarlo e condividerlo. 

Non c'é nulla di scontato, nulla di regalato. 

Sono conquiste ottenute con tanto lavoro ed in modo onesto. 

Abbiamo visto anche il lato brutto, bruttissimo della vita. Terribile. Esperienze e momenti che non auguro a nessuno. Per questo forse amiamo cosi' tanto il lato bello, fatto di cose semplici, un sorriso, un abbraccio, un mazzo di fiori, ma se anche la cornice é piacevole, se indossiamo un bel vestito che ci fa sentire bene con moi stresse, siamo truccate e ci sentiamo a nostro agio,  é ancora meglio non pensate? :)




Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei!

Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca senza applausi…

(Charlie Chaplin)



Le peonie, i miei fiori preferiti
Con questo post volevo solo chiarire qual é il mio punto di vista, la mia visione del mondo, il mio pensiero. Io sono per il vivi e lascia vivere, per il non giudicare senza prima conoscere, per il concedere sempre un'altra opportunità, per l'ascolto e la comprensione. 

In questo contesto non tollero la disonestà (si era capito vero??? :D ), l'ipocrisia, le maestrine dalla penna rossa e la mancanza di rispetto. 

Per questo motivo preferisco instagram a facebook, perché qui posso mostrarvi cio' che amo e trovare persone con cui condividere passioni ed esperienze senza esprimere critiche e giudizi (cosa ormai quasi inevitabile invece su Facebook )

Quindi in conclusione #hosceltodiessereonesta e mostrarvi il lato bello della vita... 

Mi piace condividere con voi esperienze, sogni ed aspirazioni... chi mi conosce lo sa che quella nelle foto sono davvero io. 

Il sorriso é autentico e conta mille volte di piu' di uno sfondo da cartolina o di un outfit perfetto, perché é sincero, parte dal cuore e sboccia sulle labbra e spero che resti cosi' per sempre!




"...Si sa che la gente dà buoni consigli
Sentendosi come Gesù nel tempio
Si sa che la gente dà buoni consigli
Se non può più dare captive esempio..."
(Fabrizio De André)



Potrebbero interessarti

4 commenti:

  1. Vorrei partire da una riflessione, che non riguarda solamente il lato social ma riguarda la vita, ci sono persone sempre pronte a criticare, perchè se uno si mostra triste e depresso allora meglio stargli alla larga, se uno si mostra felice, ah ma è sicuramente un modo per nascondere qualcosa che non va, insomma...la verità è che la gente si ferma all'apparenza. Ognuno dovrebbe essere quello che è a prescindere da quello che gli altri mostrano di sè, quindi troppe critiche mi lasciano pensare che queste persone in fondo si sfogano per loro frustrazioni. Quindi che male c'è a mostrare il bello della vita, una persona intelligente sa che la vita non è solo rose fiori, ma alimentare il lupo positivo che c'è in noi, fa soltanto bene! Sono stata un po' prolissa? :D viva l'onestà, sentiti libera di scrivere o fotografarti quando vuoi!! a presto

    RispondiElimina
  2. Michi ad ogni parola mi sono ritrovata a pensare che questo post avrei potuto scriverlo io. Che senso ha mostrare cose brutte? Non è meglio riempirsi gli occhi e i pensieri di cose belle? E questo non significa essere frivole o non avere problemi, anzi! Significa aver trovato un modo per affrontare la vita col sorriso...

    RispondiElimina
  3. Come sempre sei molto chiara quando ti esprimi e lo fai con eleganza ed educazione. Il mondo è pieno di bellezza quanto di orrori, sta a noi decidere da che parte guardare, pur rimanendo consapevoli che esistono realtà infinitamente tristi io scelgo il sorriso e la leggerezza che mi aiutano ad affrontare meglio le mie giornate. Sei meravigliosa Michi e sopratutto autentica.

    RispondiElimina
  4. Secondo me è comorensibile che persone critichino e si agitino di fronte al tuo modo di vedere la vita. Sono persone che ancora stanno vivendo la loro battaglia ed hanno meno serenità di te. Non giudicarle nemmeno tu, vivi serenamente e continua a fare quello che fai. Loro hanno ancora bisogno di trovare il loro piccolo angolo di paradiso e probabilmente se lo sono meritati da tempo. ...ma non sono capaci o non riescono a "coglierlo". Anche essere felici può essere difficile. Abbraccialì tu sei piu forte.

    Ti dico questo perché io sono, per un lungo periodo stata una critiCona, ma ero anche molto infelice. Ora sono fortunata. Nell'infelicità ho comunque trovato il mio equilibrio. La vita non sono sempre rose e fiori ma tu fai bene a pubblicare i tuoi....li adoro!!

    Se ti va seguiamoci a vicenda! Condividiamo piccoli passaggi di felicità! E non ti lasciare nemmeno sfiorare dalle critiche. Pensa che sono come il tuo bimbo che vede il suo palloncino sfuggire in cielo.... protestano perché vedono la felicità e non sanno come trattenerla!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.